Il Blog di Pianeta Russia

Tutto sulla Russia
7 Nov

I luoghi migliori dove osservare l’aurora boreale in Russia

Tempo di lettura: 5 minuti




Se uno dei vostri sogni è quello di ammirare dal vivo la bellezza e la magia dell’aurora boreale, scegliete uno degli itinerari che vi proponiamo, seguite qualche semplice consiglio e siate pronti a partire in qualsiasi momento per assistere a uno dei più spettacolari ed emozionanti fenomeni naturali.


Che cos’è l’aurora boreale e come trovarla

Il Vocabolario Treccani fornisce questa sintetica spiegazione del fenomeno:

“In geofisica, aurora polare (o boreale, in quanto in passato si ritenne erroneamente che si potesse verificare solo nell’emisfero boreale), fenomeno luminoso dell’alta atmosfera, dovuto a radiazioni corpuscolari emesse da macchie solari e accompagnato da tempeste magnetiche, che si manifesta assumendo aspetti diversi (archi, bande, raggi, cortine a colorazione bianca, gialla, verdastra).”

In parole semplici possiamo dire che il sole emette nello spazio milioni di tonnellate di particelle che dopo 2-5 giorni raggiungono gli strati superiori dell’atmosfera della Terra, in cui l’azoto e l’ossigeno sono così entusiasti dell’incontro che cominciano a brillare per la gioia.

Questi giochi di luce si verificano nelle zone dei poli magnetici della Terra. Fortunatamente, i poli magnetici non coincidono con quelli geografici, perciò possiamo osservare le aurore polari a latitudini di circa 67-70° e talvolta ancora più “vicino” all’Equatore.

I poli della Terra sono due, quindi esistono due aurore polari: quella settentrionale e quella meridionale. Ammirare l’aurora polare meridionale è problematico, perché ci sono ben pochi luoghi abitabili alle latitudini “giuste” dell’Emisfero Sud (Australe). Nell’Emisfero Nord (Boreale) i compenso sono molti i luoghi da cui si può osservare l’aurora definita boreale.


Come vedere l’aurora boreale

Cominciamo dalle cattive notizie: per osservare l’aurora boreale occorre una combinazione di circostanze felici. Pertanto, per non rischiare di fare un viaggio a vuoto, avendo come scopo principale l’avvistamento dell’aurora boreale, è bene prevedere anche una serie di altre attività turistiche o di svago: sci, trekking, rafting, pesca, escursioni con motoslitte, fotografia ecc.

La buona notizia è che seguendo semplici consigli, le possibilità di vedere l’aurora boreale aumentano in modo significativo.


Quando si verifica il fenomeno dell’aurora boreale

La stagione dell’aurora boreale va dall’equinozio d’autunno all’equinozio di primavera, ovvero da settembre a marzo. Ciò non significa che il cielo si illumini solo in questi mesi: l’aurora boreale può verificarsi anche in agosto, ma si tratta di un’eventualità molto rara. Al contrario, il periodo in cui le probabilità di vedere l’aurora boreale sono in assoluto più alte è quello invernale: circa da novembre a febbraio. Questo perché, tra l’altro, alle latitudini più settentrionali in inverno la notte dura da 18 a 20 ore e quindi anche il fenomeno luminoso più debole sarà chiaramente visibile. I professionisti affermano che, nell’arco del giorno, il momento migliore per osservare l’aurora boreale è dalle 10 di sera alle 3 del mattino.


Come aumentare le possibilità di vedere l’aurora boreale

1. Attenzione al sole

La condizione principale per il verificarsi dell’aurora boreale è l’emissione di radiazioni corpuscolari da macchie solari. Dopo tale emissione, avrete da due a cinque giorni per raggiungere le latitudini necessarie. Naturalmente, più potente è l’emissione, più probabile è il verificarsi del fenomeno.

Il cosmo è tenuto d’occhio da diversi osservatorii in tutto il mondo. Qui di seguito riportiamo i siti di alcuni di loro:

Ognuno di questi siti monitora il cosiddetto K-index, ovvero l’indice di attività magnetica. I suoi valori vanno da 1 a 9. Quando il K-index raggiunge il valore di 4-5 è il momento di partire per il Nord.

2. Stare lontano dalle città

Le luci della città creano inquinamento luminoso, quindi nel cielo notturno manca il contrasto necessario per osservare l’aurora nel modo migliore. Più grande è la città, maggiore è l’inquinamento luminoso e più bisogna allontanarsi da essa. Se da un piccolo villaggio saranno sufficienti 5-10 km di distanza, da una metropoli bisogna essere distanti non meno di 50-70 km.

3. Attendere un tempo sereno

L’aurora boreale è un fenomeno che si verifica a un’altitudine più di 100 km. Le nuvole sono sempre più basse, cioè si posizionano tra la terra e la luce dell’aurora, precludendo la possibilità di ammirarne la bellezza. Nella stagione invernale sono frequenti le giornate gelide e serene.

4. Spingersi più a nord

Più vicino vi trovate al Circolo Polare Artico (o addirittura lo varcate), maggiore sarà la possibilità di vedere le luci dell’aurora boreale. Naturalmente, il K-index dovrà essere sufficientemente alto.


Dove andare

In Russia l’aurora boreale è visibile, con diverse probabilità, in tutta la regione polare, dalle zone più occidentali fino all’estremo oriente.

Regione di Murmansk

La zona più occidentale della Russia dove si può ammirare l’aurora boreale è la Regione di Murmansk, raggiungibile da Mosca in due ore di aereo (volo di linea) o 35-37 ore di treno. Nella Regione di Murmansk si raggiungono temperature rigidissime, tuttavia c’è qualche possibilità di osservare l’aurora boreale già dalla fine di agosto, a condizione che il cielo si sia oscurato e la temperatura sia inferiore a +10°.

La stagione delle possibili apparizioni dell’aurora boreale continua fino all’inizio di maggio. Naturalmente non si devono dimenticare le previsioni dell’attività magnetica solare (K-index) e, per gli appassionati di fotografia, un obiettivo adatto e un treppiede. Nella Regione di Murmansk è possibile diversificare la vacanza sciando sui Monti Chibiny o dedicandosi a varie forme di turismo sportivo nella Penisola di Kola.

Regione di Archangel’sk

L’indubbio vantaggio che Archangel’sk e l’area circostante offrono a chi desideri osservare l’aurora boreale è il grande numero di giornate limpide all’anno. Quando si verifica il fenomeno può essere dunque ammirato in tutto il suo splendore. Anche qui il periodo migliore va da settembre ad aprile, con particolare preferenza per i giorni dell’equinozio di primavera e d’autunno. Archangel’sk è raggiungibile da Mosca e da San Pietroburgo sia in treno sia in aereo. Nell’attesa dell’aurora boreale si può visitare il Museo a cielo aperto di architettura lignea Malye Korely.

Un consiglio per gli appassionati di fotografia: i migliori scatti dell’aurora boreale si ottengono nella regione di Archangel’sk, lontano dall’inquinamento luminoso della città, sulle rive della pittoresca Dvina Settentrionale.

Jakutija

Per osservare l’aurora boreale in Jakutija bisogna essere particolarmente resistenti al freddo. Infatti, questa regione e in particolare il villaggio di Ojmjakon possono vantarsi del titolo di luoghi più freddi della Russia, con una temperatura che d’inverno spesso scende al di sotto di -50°C. Anche qui la stagione preferibile per ammirare l’aurora boreale va da ottobre ad aprile, quando il cielo è prevalentemente sereno e l’inquinamento atmosferico è minimo, dato che oltre il 90% della regione non è urbanizzato e tanto meno industrializzato. Vanno ricordate altresì le eccellenti opportunità di svago attivo: sci, rafting con diversi gradi di difficoltà sui numerosi fiumi, trekking, arrampicata in montagna e indimenticabili crociere sul fiume Lena.




Territorio di Krasnojarsk

La Penisola del Tajmyr, nel Territorio di Krasnojarsk, è un’altra zona eccellente per ammirare l’aurora boreale. Uno dei luoghi migliori è la Riserva Naturale del Tajmyr con la sua natura incontaminata e la quasi totale assenza di attività umane. Anche qui ci si può dedicare a forme di turismo attivo: si può scendere il fiume in zattera, fare escursioni a piedi o in motoslitta, osservare gli animali. Certamente raggiungere Chatanga, centro amministrativo della riserva, richiede tempo e denaro.

Grazie per aver letto questo articolo.

2,979 Visite totali, 2 visite odierne