Il Blog di Pianeta Russia

Tutto sulla Russia
1 Ott

Investire e fare affari in Russia

Tempo di lettura: 2 minuti

La Federazione Russa da sempre affascina gli italiani grazie alla sua cultura, alla storia, ai costumi e alle tradizioni, ma rappresenta anche un rilevante partner economico per il nostro paese.


Chissà quanti amanti della cultura russa avranno pensato almeno una volta nella vita: “Come si potrebbe fare affari con la Russia? In quali settori converrebbe investire?” Cerchiamo di dare brevi risposte a questi comuni quesiti.


Farmaceutica

Dal 2009 la Federazione Russa, dopo l’approvazione della legge sulla “Strategia per lo sviluppo dell’industria farmaceutica della Federazione Russa fino al 2020″, ha promosso la creazione di distretti industriali farmaceutici nella macroarea urbana di San Pietroburgo.

Attraverso incentivi mirati, riproposizione del modello di paternariato pubblico-privato, sgravi fiscali e significative agevolazioni doganali, le autorità economiche sono riuscite nell’intento di varare 13 progetti ad altissimo valore scientifico.

Le principali aziende del settore, come Galenopharm, Novartis, Biocad, Gerofarm, Vertex, sono potenziali interlocutori per la realizzazione e commercializzazione di nuovi brevetti sia nel settore della chirurgia sia in quello dei prodotti farmaceutici di base.

Cantieristica navale

Altro ambito molto attraente per gli imprenditori esteri è la cantieristica navale. Infatti, le decisioni intraprese a livello federale, in cooperazione con la Holding OSK, perseguono l’obiettivo di aumentare la produzione di navi ad utilizzo civile, permettendo l’importazione di componentistica navale, soprattutto tecnologia e meccanica avanzata, anche dai paesi europei.

Si tratta di un settore strategico ad alto tasso di rendimento, lo testimonia l’ingente cifra di 112 miliardi di euro, investita in tutto il comparto della nautica dal governo russo.

Tra le principali industrie del settore con le quali si potrebbero interfacciare le potenziali controparti italiane citiamo: Baltiysky Zavod, Sudostroitelnaya Firma Almaz, Pribaltiskiy Sudostrojtelniy Zavod Iatar, Admiralteskiy Verfi, Oao Sudostroitelniy Zavod.


Se i rami industriali, finora presentati, sono per i più di difficile accesso, non mancano anche le opportunità d’affari in settori tradizionali più a portata di micro-impresa.

Alimentari

Il settore alimentare russo ha visto nel 2016 un import dall’Italia di bevande e cibo italiano stimato nel valore di 480 milioni di euro. Diverse piccole imprese nostrane, soprattutto nel settore dei vini, della pasta, dei condimenti e della pasticceria secca, continuano ad interlacciare proficue relazioni economiche con la Federazione Russa.

Le politiche doganali (+12,5% ad valorem) di dazi sui prodotti alimentari italiani non hanno ostacolato il nostro export di qualità, poiché il medio consumatore russo si è dimostrato fedele alle nostre specialità, nonostante un piccolo rincaro all’acquisto.

Mobili

Anche nell’ambito dell’arredo e del design non mancano opportunità d’affari. Sempre nel 2016 l’Italia ha esportato verso la Federazione Russa 400 milioni di euro in mobili, perlopiù provenienti dalle regioni Veneto e Piemonte.

Moda

Le stesse valutazioni si applicano anche al campo della moda, dove il giro d’affari è stato stimato attorno ai 1.3 miliardi di euro. Nell’abbigliamento l’Italia si posiziona come il secondo esportatore europeo (dopo la Francia), verso la Federazione Russa.


L’Istituto per il Commercio Estero, con sede a Roma e filiale a Mosca, sarà di grande aiuto agli imprenditori che si vorranno cimentare con il mercato russo, e risponderà alle esigenze più svariate in ambito di commercio internazionale.

Riportiamo qui di seguito la classifica Top10 dell’export italiano verso la Federazione Russa, aggiornata al 2016.

Settore Valore
Beni strumentali 1.8 Miliardi Euro
Moda 1.3 Miliardi Euro
Prodotti chimici 560 Milioni di Euro
Alimentari 480 Milioni di Euro
Mobili 400 Milioni di Euro
Elettrodomestici 390 Milioni di Euro
Prodotti in metallo 350 Milioni di Euro
Prodotti farmaceutici 240 Milioni di Euro
Articolo in gomma 200 Milioni di Euro
Trattori agricoli 200 Milioni di Euro

 

Russia? Arriviamo!!!

Grazie per aver letto questo articolo.

1,719 Visite totali, 2 visite odierne